HOME / CHIESA / Il “mullah” Scola consegna i cristiani al carnefice: “Costruire subito una moschea a Milano”

Il “mullah” Scola consegna i cristiani al carnefice: “Costruire subito una moschea a Milano”

loading...
loading…

cristiani

Il “mullah” Scola consegna i cristiani al carnefice: “Costruire subito una moschea a Milano”

MILANO – La Chiesa cattolica romana ormai è corrotta grazie ai traditori parassiti di vescovi e cardinali, (il cardinale Scola è un degno rappresentante), che fanno politica se ne fregano della missione a cui sono chiamati, testimoniare il Vangelo e difendere la cristianità. L’arrivo dell’abusivo Bergoglio islamista e immigrazionista è la ciliegina sulla torta. La Chiesa ha scelto il suicidio scelto il suicidio, e sta portandolo al suicidio milioni di cattolici. L’Islam è nemico dei cattolici e dell’Occidente, è una religione terrorista che con l’inganno tenta di infiltrarsi nella nostra società, una volta dentro, come è scritto nel Corano tenteranno la conquista e la conversione dell’Occidente.

Accordo sulla moschea fra il nuovo sindaco Beppe Sala e l’arcivescovo di Milano Angelo Scola al loro primo incontro in Curia. Un incontro -scrive Repubblica – annunciato da Sala subito dopo l’elezione e organizzato in tutta fretta nella seconda uscita istituzionale del nuovo sindaco. All’uscita i due hanno avuto parole chiarissime sull’intento comune di garantire il diritto di culto a tutte le fedi, compresa quella islamica. Sala ha ringraziato la Chiesa per la sua “opera a favore del dialogo interreligioso” e ha accolto l’appello di Scola a favore della concessione concreta di autorizzazioni a chi chiede di costruire un luogo per le attività religiose.

A Milano ci sono oltre 120mila fedeli musulmani ma ancora non è stata realizzata quella moschea che era stata promessa cinque anni fa nella campagna elettorale di Giuliano Pisapia. “Ci siamo impegnati a lavorare insieme, ad aiutarci e sostenerci affinché il dialogo interreligioso sia portatore di integrazione vera – ha esordito il neo sindaco parlando accanto al cardinale che annuiva visibilmente soddisfatto – concordiamo sul fatto che un luogo di culto deve essere garantito a tutti, certo, con il rispetto di regole chiare e nella  trasparenza, per avere modo di controllare quel che avviene all’interno di questo centro di preghiera. Ringrazio il cardinale e la chiesa per tutto quel che hanno fatto per tenere le fila di questo dialogo fra le fedi e non farlo scemare”.

L’arcivescovo nel corso degli ultimi anni ha lanciato reiterati appelli alle istituzioni cittadine perché’ si concretizzasse l’impegno a favorire una moschea dove gli islamici possano pregare senza essere più costretti a utilizzare le attuali sedi prive di autorizzazioni e di controlli. Sala già in campagna elettorale si era detto favorevole a questa ipotesi e aveva promesso di dar corso ai progetti iniziati dalla giunta Pisapia per l’assegnazione di aree dove costruire i nuovi luoghi di culto. Sul tema il suo avversario Parisi si era invece dichiarato sempre molto perplesso, arrivando a promettere che sull’area ex palasharp sarebbe sorto un centro sportivo e non una moschea come previsto dalle procedure avviate da Pisapia.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

Altro Mattia

Guarda Anche

“Possibili nuove forti scosse intorno ai 7 gradi”, ecco dove

“Possibili nuove forti scosse intorno ai 7 gradi”, ecco dove (Websource/archivio) Una video-simulazione della propagazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *